Materassi Ortopedici

I materassi ortopedici sono pensati per correggere eventuali problemi posturali: scopri i modelli di Ergogreen.

Che cosa sono i materassi ortopedici

Un sostegno che si adatta alla forma del corpo, migliorando la qualità del sonno, così potremo definire il materasso ortopedico. Ma possiamo dire molto di più.
Non si tratta solo di correggere la postura durante le ore notturne, ma di dare la possibilità alla colonna vertebrale di rilassarsi, evitando la formazione di mal di schiena e torcicollo. Per ottenere un articolo con queste caratteristiche occorre che l’azienda produttrice concentri la propria attenzione sullo studio dell’ergonomia e sullo sviluppo di strutture e materiali performanti.
Ed è quello che avviene all’interno di Ergogreen, il brand tutto italiano impegnato da oltre quarant’anni nella progettazione e realizzazione di sistemi per il riposo, certificati e testati, considerati anche Dispositivi Medici CE di Classe 1.
Tutti i materassi delle collezioni Ermitage e Metropolitan hanno difatti questa marchiatura, poiché sono stati sopposti a impegnativi test di laboratori esterni, al fine di ottenere la denominazione di materassi antidecubito (capaci di diminuire la pressione corporea sulla superficie del letto). Questi prodotti possono quindi essere considerati dei veri e propri strumenti di prevenzione e attenuazione di una malattia (la formazione di piaghe da decubito nelle persone costrette a una prolungata degenza a letto).
Nel caso specifico si tratta di prodotti di alto livello, diversi da un qualsiasi supporto tradizionale, definibili anche come materassi anatomici che, seguendo le curve del corpo, offrono benessere e prevengono dolori articolari e altri fastidi posturali notturni.

Ecco come fare la scelta giusta

Non esiste un materasso ergonomico adatto per tutti, poiché ogni persona ha specifiche esigenze da soddisfare in termini di riposo e caratteristiche fisiche peculiari che meritano il giusto grado di sostegno.
Come fare quindi per scegliere il materasso ortopedico più adatto a noi? Ecco alcuni appunti da copiare!

  • Focalizzare l’attenzione sull’etichetta e verificare i requisiti e la marchiatura del modello, chiedendo sempre delucidazioni in merito in caso di dubbi e incertezze;
  • se si hanno specifici problemi articolari o di postura, chiedere consiglio al proprio medico di fiducia;
  • considerare lo spessore del materasso, un fattore determinante da sommare al tipo si stratigrafia del modello;
  • sfatare il mito: più è rigido, meglio è. Difatti sono altri i fattori da analizzare al momento dell’acquisto;
  • non sottovalutare la funzione della rete, che deve essere sinergica a quella svolta dal materasso. Meglio optare per basi ergonomiche, realizzate con materiali resistenti, “piegati” per seguire e modellare correttamente la postura del corpo;
  • tenere a mente alcune caratteristiche fisiche e comportamentali: età (bambini e anziani meritano prodotti dedicati, sufficientemente rigidi), peso, altezza e posizione preferita durante il sonno permettono invece di individuare la portanza ideale del materasso. Inoltre, considerare: temperatura dell’ambiente, abitudine a sudare o ad avere freddo;

E se la coppia avesse necessità diverse? Come risolvere i specifici problemi di ognuno con un unico letto matrimoniale?
La risposta la offre Ergogreen con la soluzione Lui & Lei Dual Comfort: grazie ad una robusta cerniera si possono infatti unire due materassi singoli con portanze differenziate, rispettando esigenze e venendo incontro a desideri particolari.

3 regole per una migliore qualità del sonno

Un buon materasso ortopedico di ultima generazione ha la capacità di migliorare la qualità del sonno. Ma il letto non può da solo far tutto; ci sono infatti delle regole per dormire meglio, che ci permettono di ottenere il massimo dal nostro sistema di riposo.
Vi sveliamo alcuni semplici segreti:

  • regolarità negli orari e nella durata del sonno. Andare a dormire e svegliarsi possibilmente sempre alla stessa ora è una buona abitudine che diventa ottima se accompagnata da pasti leggeri consumati almeno due ore prima di coricarsi. Altresì è sconsigliata l’attività fisica a tarda ora;
  • creare la perfetta atmosfera in camera da letto, attraverso la giusta temperatura e un’illuminazione soffusa e appropriata, evitando l’uso di dispositivi elettronici a luce blu nelle ore serali per conciliare meglio il riposo;
  • testare rete e materasso prima dell’acquisto, studiando l’accoppiata vincente in termini di: traspirabilità, sostegno, ergonomia, comfort e resistenza.

E a proposito di quest’ultimo punto, il consiglio in più è quello di scegliere un brand affidabile, che ci possa offrire un ricco ventaglio di possibilità collegate al benessere (varietà di: reti ergonomiche, materassi anatomici, strutture, imbottiture, finiture, materiali e optional), al fine di ottenere un letto su misura, studiato attorno alla propria persona, che duri a lungo nel tempo mantenendo intatte tutte le sue caratteristiche iniziali.
Un esempio? Il vasto catalogo proposto da Ergogreen: sistemi integrati per il riposo, tra ergonomia, performance e design, nati da professionalità e innovazione, ricerca e tecnica, esperienza ed estetica, con l’obiettivo di ottenere prodotti di alta qualità per un “nuovo” riposo.